RESTYLING. L’arredo racconta la nostra storia

MSD articolo restyling - RESTYLING. L’arredo racconta la nostra storia

RESTYLING. L’arredo racconta la nostra storia

Cambiare colore, tessuto, forma alla poltrona della nonna abbandonata in cantina. Ripensare, riprogettare, restaurare il mobile datato della cucina. Modificare funzionalità ed estetica del comò fuori moda della camera da letto.

Tutto si può re-inventare: “Tutto si crea, qualcosa si distrugge, tutto si trasforma”. Forte di questo motto, la MSD design della designer Marisa Santopietro ravviva mobili d’annata per aprire le porte a nuove tendenze abitative, avvalendosi della tecnica del restyling.

Arredare una casa in stile vintage non significa semplicemente accostare un “vecchio” pezzo ad arredi contemporanei, ma sposare la filosofia che contraddistingueva l’attività intellettuale per esempio dei grandi esponenti della “pop art” americana degli anni ’50, o dei grandi designer italiani, come Magistretti, Castiglioni, Aulenti, che negli anni ‘60/70 hanno rivoluzionato il design italiano. E allora i colori che sono stati protagonisti delle case anni ‘70, i fiori che ne hanno caratterizzato i tessuti d’arredo il trionfo della creatività e dell’innovazione che hanno costituito il leitmotiv di quell’epoca, oggi vengono riscoperti e adottati per sdrammatizzare le dure linee dei mobili moderni e di design rivalutando anche le carte da parati che, dopo un ventennio di assenza, stanno tornando nelle case proprio nei colori e nei disegni in voga in quegli anni. Gli anni quelli del cambiamento, della rinascita dopo la seconda guerra mondiale, anni caratterizzati da innovazione voglia di vivere che hanno cambiato profondamente anche il gusto per l’arredamento, anni in cui i designer hanno dato vita a vere opere d’arte che rimarranno vive e al di sopra di qualsiasi moda.

Per questo motivo importanti aziende del mobile, spinte dalla vintage mania, dedicano ri–edizioni dei pezzi cult e intere nuove collezioni ispirate al passato, permettendo ormai a tutti di riavere in casa quello stile che ci è rimasto nel cuore e che, nonostante il passare del tempo, piace oggi come ieri.

Amare la tradizione pur non restandone imprigionata e trasformarla in progetti e soluzioni innovativi, interpretando l’attualità’, inventando tendenze e valorizzando contemporaneamente capacità artigianale e sperimentazione di soluzioni innovative”. 

(Marisa Santopietro)

No Comments

Post A Comment